Rassegna giurisprudenziale del 14 febbraio 2024

Questa rassegna giurisprudenziale si propone di esaminare le principali decisioni di legittimità della settimana.

Mediazione obbligatoria requisito per domanda riconvenzionale: chiarimento delle Sezioni Unite

Con la sentenza n. 3452 del 2024, le Sezioni Unite Civili hanno delineato un principio di diritto riguardante l’obbligo di mediazione. In particolare, le Sezioni Unite hanno stabilito che la mediazione obbligatoria rappresenta un requisito preliminare solo per l’atto iniziale del giudizio e non si estende alle domande riconvenzionali. Tuttavia, è importante sottolineare che il mediatore è tenuto a considerare tutte le richieste e gli interessi delle parti coinvolte, indipendentemente dalla loro natura iniziale o riconvenzionale.

Clicca qui per approfondire

Revoca delle donazioni con dispensa dall’imputazione

Con sentenza n. 3352 del 2024, la Corte di Cassazione fornisce un importante chiarimento riguardante la revoca delle disposizioni testamentarie precedenti, con particolare riferimento alla necessità di esprimere in modo esplicito la volontà di revoca, anche se le disposizioni del testamento successivo sono compatibili con quelle del precedente.

Clicca qui per approfondire

Il cumulo soggettivo passivo alternativo in appello: questione rimessa alle Sezioni Unite

Con l’ordinanza n. 3358 del 6 febbraio 2024, è stato avviato un procedimento di rimessione al Primo Presidente ai sensi dell’art. 374, comma 2, c.p.c., al fine di sottoporre alle Sezioni Unite una questione di natura processuale riguardante il cumulo soggettivo passivo alternativo e l’eventuale obbligo dell’appellato vincitore in primo grado di presentare appello incidentale o riproporre le domande non accolte dal giudice precedente. In particolare,  l’ordinanza di rimessione alle Sezioni Unite si propone di riesaminare la soluzione proposta dalla sentenza n. 11202 del 2002.

Clicca qui per approfondire

La validità probatoria delle fatture commerciali

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 3581 del 2024, ha chiarito che la fattura commerciale non solo costituisce prova per l’emittente, ma può essere considerata piena prova per entrambe le parti del contratto quando risulti accettata dal destinatario della prestazione e annotata nelle scritture contabili. Ciò significa che, se la fattura viene regolarmente accettata e contabilizzata da entrambe le parti, essa assume un’importanza fondamentale come documento probatorio dell’esistenza e delle modalità di esecuzione del contratto.

Clicca qui per approfondire

Responsabilità disciplinare del magistrato: la sospensione cautelare

Le Sezioni Unite Civili della Corte di Cassazione, con sentenza n. 3657 del 2024, hanno respinto il ricorso della ricorrente, confermando la ragionevolezza della decisione del Sezione disciplinare del CSM. I giudici hanno sottolineato l’importanza di un’analisi indipendente dei fatti sia nel procedimento penale che in quello disciplinare, evidenziando la necessità di valutare attentamente la gravità degli addebiti e la loro coerenza con le normative vigenti.

Clicca qui per approfondire 

Corso di formazione in Scrittura e linguaggio giuridici

Il corso “Scrittura e linguaggio giuridici” è progettato per potenziare le capacità degli avvocati nella scrittura legale e nell’utilizzo efficace del linguaggio giuridico. Durante le quattro giornate di formazione, i partecipanti avranno l’opportunità di approfondire le tecniche avanzate di scrittura legale e di perfezionare la loro abilità nell’esporre argomentazioni legali in modo chiaro, sintetico e persuasivo. Gli obiettivi includono il potenziamento della competenza nella scrittura giuridica, l’offerta di strumenti pratici per la redazione di documenti legali efficaci e la possibilità per i partecipanti di migliorare le loro abilità nell’argomentazione giuridica attraverso esercitazioni pratiche e simulazioni di casi,con un’esercitazione finale per applicare le conoscenze acquisite.

<<Per info e descrizione clicca qui>>

SCRIVI IL TUO COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Per favore, inserisci qui il tuo nome

13 − sei =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.